Martedi - 20 Agosto 2019 ore
Seleziona la provincia: provincia
ARTE E CULTURA Toscana
Questo evento è concluso. Scoprite altri eventi continuando a navigare nel sito.
Eventi Toscana / ARTE E CULTURA Toscana / Dal 15 al 29 giugno a Livorno la mostra di Giancarlo Cocchia
Pubblicato il 13/06/2019

Dal 15 al 29 giugno a Livorno la mostra di Giancarlo Cocchia

Livorno mostra di Giancarlo Cocchia LIVORNO - Si inaugura sabato 15 giugno 2019, alle ore 17:30 la mostra Giancarlo Cocchia. La contesa fra il mistico e il tragico, promossa dal “Circolo Culturale d’Arte Antonio Amato” (via Michon, 22 - Livorno), in collaborazione con “Archivi e Eventi. Associazione Culturale per la Documentazione e Promozione dell’Ottocento e del Novecento Livornese”, con la partecipazione di Mario Bardi, a cura di Francesca Cagianelli (fino al 29 giugno 2019, catalogo in Galleria).

Alle 18 è prevista una visita guidata a cura di Francesca Cagianelli, storica dell’arte, Presidente di Archivi e Eventi.

A impreziosire il percorso espositivo calibrato su un inedito nucleo di opere pittoriche e grafiche ascrivibili agli anni settanta, ma al contempo concepito in autonomia da esso e con l’ambizione di costituire un capitolo bibliografico di assoluta rilevanza in termini di valorizzazione e storicizzazione della personalità di Giancarlo Cocchia (Livorno, 1924-1987), il catalogo, curato da Francesca Cagianelli, punta a ricollocare l’artista, finora quasi unicamente inquadrato dalla bibliografia critica corrente in relazione alle sue prestazioni sul terreno del sacro, nel capitolo articolato quanto dialettico della Livorno del dopoguerra.

Sulla scena cittadina, dominata dalla militanza istituzionale della Casa della Cultura, dal fenomeno di caratura internazionale del Centro “Il Grattacielo”, dalla dinamicissima Galleria Giraldi, ma soprattutto da una frenetica vis associazionistica all’origine di una fioritura irrefrenabile di aggregazioni artistiche, Cocchia sembra in un primo momento lasciarsi coinvolgere con l’aspettativa di una strategica coesione con alcuni esponenti delle avanguardie cittadine del secondo dopoguerra, sul fronte di una ecumenica libertà espressiva, per poi ritagliarsi un percorso di più esasperato intimismo nei termini monotematici di una irriducibile quanto surreale dinastia del sacro.

Si tratta di un processo destinato ad accompagnare nella produzione cocchiana un progressivo distacco dalla pervasiva matrice rouaultiana verso una personalissima iconografia teologica, sempre più ammiccante a un primitivismo saturo di implicazioni fiabesche.

Si susseguono dunque in catalogo testimonianze documentarie e bibliografiche prevalentemente inedite, frutto di quella pluriennale ricognizione della stampa locale e degli archivi d’artista messa a punto dalla curatrice nel corso dei pluriennali progetti promozionali e scientifici promossi da “Archivi e Eventi”, volti alla restituzione di un panorama vasto, quanto ancora sommerso, di protagonisti degli anni Cinquanta a Livorno, tra cui Mario Ferretti, Roberto Ercolini, Renzo Izzi, Umberto Benedetti, Angelo Sirio Pellegrini, Pierino Fornaciari, e, quindi, Giancarlo Cocchia.

Ne emerge un serrato dibattito, ancora ben lontano dalle significative pagine di una storia nazionale, intorno alla complessa stratigrafia stilistica connotante l’articolata compagine degli esponenti della cosiddetta “modernità” artistica cittadina, all’interno del quale sono state censite le voci più autorevoli dell’intellighenzia critica livornese e più genericamente toscana tra gli anni Cinquanta e Settanta, in particolare quelle di Maria Luisa Bavastro, Luciano Castelli, Dario Durbé, Guido Favati, Silvano Filippelli, Giorgio Fontanelli, Walter Martigli, Franco Russoli, Luigi Servolini, Enrico Sirello, Milziade Torelli.
Condividi:
Cento Per Cento eventi è una testata giornalistica
registrata presso il tribunale di Lucca al n. 3 del 25 agosto 2015
Iscrizione al Roc n° 26188 Procedimento n°1045943 del 25 gennaio 2016

Direttore Responsabile Silvano Cortopassi

Editore
Videorec di Silvano Cortopassi
Via dei Gianni,32 - 55100 Lucca
P.iva 01884270461 C.F. CRTSVN72P19A657C

Privacy / Cookie Policy / Links